Tortellini, coltelli e piscio di gatto.

Mangio tortellini monodose e vomito stanco in cessi secchi dei bagni di periferia.
Vivo la quotidiana merda della mia esistenza con il sorriso in faccia ed un coltello puntato alla schiena. Non sarò certo io a fare la prima mossa per farmi infilare quella lama nella pelle. Sarà però il mio gatto a ritrovarmi morto, coperto di sterco che, miagolando mi dirà :
“Stronzo sei nato, e come tale sei morto.”
Pisciandomi in testa se ne andrà, non prima di rubare un mio occhio usandolo come pallina per i suoi giochi.

Annunci

Informazioni su scrittorenonfamoso

Sono uno scrittore non famoso
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...