Il Pitosforo delle Foreste Tropicali



Mia Nonna, per farmi addormentare, mi raccontava sempre di come era morto suo marito.Mio Nonno.“E’ stato durante la campagna d’Africa.” mi diceva.“Era a capo di una spedizione mandata in avanscoperta per cercare la presenza di villaggi nella foresta.”Mio Nonno era un grande Esploratore.“Camminavano ormai da giorni senza fermarsi. Erano stremati dalla fame ma soprattutto dalla sete. Ma tuo Nonno non aveva intenzione di fermarsi.”Mio Nonno era un grande Condottiero.“Mentre attraversavano una foresta, uno dei negretti che era con loro per fare da interprete, sentì dei rumori provenire da un cespuglio. La spedizione si fermò pensando ad un agguato. Tutti si ripararono dietro i tronchi dei grandi alberi che li fiancheggiavano. Tuo Nonno no, voleva scoprire l’origine di quei rumori.”Mio Nonno era un Temerario.“Tutta la spedizione gli saltò addosso per fermarlo. Non volevano che si inoltrasse nella foresta. I negretti parlarono subito del Grande Spirito della foresta che rapisce chi osa sfidarlo.”Mio Nonno non era un Credulone.“Durante quella zuffa, tra grida e botte, il rumore, improvvisamente, finisce. Un silenzio irreale cala sulla spedizione. I negretti si abbracciano tutti tremanti tra loro. I militari furono percorsi da uno strano brivido che li immobilizzava a terra, avevano i muscoli pietrificati. Tuo Nonno colse l’occasione per fare di testa sua.”Mio Nonno era Intrepido.“Tutti lo fissavano mentre si allontanava. Nessuno riusciva a fare un passo. I negretti in fondo al gruppo continuavano a gridargli di non andare. Sfidare il Grande Spirito della foresta, gli avrebbe procurato grossi guai. Ma tuo nonno non diede peso a quelle parole.”Mio Nonno era Coraggioso.“Tuo Nonno si avvicina al cespuglio da dove provenivano i rumori. Raccoglie da terra un bastone, e lo infila nel fitto fogliame. Lo agita un po’ per capire se ci fosse qualcosa dietro quelle foglie. Niente, nessun segno. Ma non era soddisfatto, voleva andare a fondo alla faccenda. Allora lui infila  la testa nel cespuglio e…”Mio Nonno sa anche creare Suspance…“…e dal cespuglio salta fuori un Pitosforo delle foreste tropicali che con un solo morso gli stacca la testa dal collo. E dire che l’avevano avvertito. Povero Antonflavio mio!”…mio Nonno era un coglione.


Annunci

Informazioni su scrittorenonfamoso

Sono uno scrittore non famoso
Questa voce è stata pubblicata in Fantareale, i racconti di pora nonna, la non scrittura, scrittore non famoso. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...